LOADING

Type to search

CINQUANT’ANNI: UN TRAGUARDO VERSO IL FUTURO | Phytomer

a cura di Elena Frigerio, technical marketing trainer Phytomer

 

Se dovessimo sintetizzare in maniera estrema cosa rappresenta Phytomer potremmo semplicemente dire: un’azienda di famiglia, orientata verso la ricerca, con un’estrema attenzione per la pelle nel più totale rispetto dell’ambiente. In una parola diremmo “fiducia”. Tutto questo abbiamo respirato lo scorso aprile durante la festa organizzata a Bologna in occasione del cinquantesimo anniversario del brand francese…

STORIE DI FAMIGLIE

Tutto è iniziato dalla passione di un uomo affascinato dalla bellezza viva e naturale, la bellezza del paesaggio che lo circonda.

Siamo a Saint-Malo, in Bretagna, quest’uomo vuole offrire questa bellezza alla pelle, ma non cercandola nelle piante terrestri, bensì sperimentando gli incredibili benefici del mare, a partire dall’acqua sino ad arrivare alla sua straordinaria biodiversità che lo rende l’elemento più affine alle cellule del corpo umano.

Inizia la ricerca della bellezza nell’acqua di mare: raccoglie le alghe, liofilizza l’acqua di mare e crea l’iconico concentrato minerale marino brevettato.

È il 1972, nasce Oligomer®, nasce Phytomer, il suo fondatore – Jean Gédouin – è l’uomo che trasforma il mare in trattamenti per la pelle.

Arriva poi un secondo uomo, la cui passione è la scienza in quanto rivelatrice di meraviglie, il figlio di Jean, Antoine Gédouin, saprà andare ancora oltre, coltiva il mare per amplificarne i suoi poteri sulla pelle e creare principi attivi marini più puri ed efficaci.

A cavallo degli anni 2000 Phytomer si lancia nel campo delle biotecnologie marine: il mare viene coltivato in laboratorio per ottenerne tutti i suoi benefici rispettando la sua fragilità

Oggi Mathilde Gédouin, la terza generazione al timone dell’azienda, sostiene che la bellezza di Phytomer sia autentica, naturale e viva, una bellezza che manifesta il benessere.

Un altro anniversario importante è quello che ha permesso di avere il mare della  Bretagna con i suoi benefici in Italia, nel 1982 Ester Rosazza incontra Jean Gédouin e rimane affascinata dai benefici del mare, nasce così Solaria, da allora importatore Phytomer nel nostro paese.

Le storie si assomigliano, anche in questo caso l’azienda è familiare ed Ester, con la figlia Aura Marchesini e tutti i collaboratori, sia i più storici sia quelli saliti a bordo da meno tempo, sono inebriati da un soffio fresco, come la bruma del mare che diffonde l’energia, per supportare tutte le estetiste che desiderano offrire ai propri clienti l’esclusività della biocosmesi marina.

SE DICO PHYTOMER, TU COSA MI DICI?

Mi sono divertita ed emozionata a raccogliere qualche testimonianza, quelle di chi ha scritto la storia di Solaria insieme alla sua fondatrice e di chi ha deciso di diventare partner Phytomer solo di recente.

Silvana Bianciotto, tecnica insuperabile e apprezzatissima da tutte le estetiste d’Italia, alla domanda “se dico Phytomer, tu cosa mi dici?” ha risposto in modo immediato e spontaneo: “Phytomer è stato uno degli amori della mia vita e non ha mai smesso di appassionarmi, ovviamente ho avuto anche altre opportunità, ma non ho mai lasciato Phytomer perché non mi ha mai annoiata e tantomeno delusa, anzi mi entusiasma tuttora. Ho iniziato con Ester quarant’anni fa, ci conoscevamo in quanto vicine di casa e giovani mamme e quando le hanno proposto di importare cosmetici francesi mi ha chiesto di collaborare e l’avventura è iniziata. Ho sempre amato l’estetica e la cosmetica, all’inizio la linea Phytomer era limitata a integratori, bagni, due creme, un peeling, una lozione e due maschere… ma ho ritrovato subito in questi cosmetici quella sensazione di benessere che nasce dallo stare meglio con se stessi, ritrovando i benefici del mare di Bretagna in linee sempre più evolute che, tappa dopo tappa, hanno segnato la storia di questo grande brand”.

Passando alla divisione forza vendite, ho incontrato Sandro Bruno, commerciale Solaria, che mi ha raccontato con fluidità i suoi pensieri iniziando proprio dalla commozione provata sul palco durante la festa per l’anniversario dell’azienda: “Mi sono tornati alla mente tanti ricordi di quando ho iniziato a girare l’Italia con Ester. In Solaria è raccolta tutta la mia vita professionale, ecco spiegata l’onda emotiva che mi ha travolto quando sono salito sul palco, forse anche perché avevo appena sentito leggere da Aura la lettera di una cliente che, non potendo essere presente a Bologna quel giorno, ha voluto comunque raggiungerci con delle parole meravigliose”.

Ogni compleanno racconta quanto sia solida e proiettata un’azienda verso il futuro, come vedi il futuro di Phytomer in Italia con Solaria? “Partendo dalla considerazione che in Solaria sono tutti innamorati di ciò che fanno e trasmettono la passione e l’amore per il mare attraverso i valori che questa azienda rappresenta: l’evoluzione, l’etica, il rispetto per l’ambiente e la pelle. Non posso che vedere un futuro di crescita caratterizzato dalla coesione che ci porterà, anche attraverso le varie novità, a percorrere una rotta meravigliosa. Io che amo il mare posso dire che la mia carriera è una vita in vacanza… al mare!”.

Tre le clienti presenti alla festa dell’anniversario ho scoperto con immenso piacere che era presente anche Federica Di Caterina, titolare del centro Beautè Esthétique di Corato, in provincia di Bari, da pochissimo partner Phytomer.

Nel suo caso la domanda è stata ovvia, alimentata dalla curiosità di come mai tra tanti brand avesse scelto proprio questo. “Mi ha conquistata soprattutto la fiducia nel team tecnico, per me la formazione rappresenta infatti uno degli aspetti più importanti di un’azienda; poi la necessità di avere dei prodotti e dei trattamenti che potessero dare alle mie clienti dei risultati e, devo ammettere, non sono stata delusa. Il mare è casa mia e il mare collegato a Phytomer trasmette la naturalezza di un risultato strettamente collegato al benessere. Le fragranze e la sensorialità dei trattamenti invogliano il cliente a provarli tutti insieme ai prodotti. Tutto è partito dal mitico Champagne de Mer che mi ha affascinata facendomi scegliere di affidarmi non solo alla linea cosmetica, bensì al metodo con cui posso garantire importanti risultati alle clienti. La sensorialità come elemento di coinvolgimento, perché la bellezza si esprime attraverso il benessere”.

Il traguardo raggiunto con il cinquantesimo compleanno ha scritto un pezzo di storia, l’entusiasmo raccolto lascia trasparire la solidità di un brand che ha la caratteristica di saper emozionare attraverso i sensi, la qualità dei cosmetici, l’efficacia sulla pelle e il rispetto per l’ambiente.

Per maggiori info www.phytomer.it

Condivi su: